Regione Abruzzo e Legambiente: firmato protocollo per turismo ecocompatibile

lug 29 2017

VASTO (CHIETI), 29 LUG – Far crescere il turismo in Abruzzo attraverso l’ambiente utilizzando strumenti di eco-compatibilità, favorire l’aggiornamento e la formazione dei portatori d’interesse pubblici e privati operanti nel comparto dell’accoglienza, ma soprattutto stimolare la collaborazione con gli enti  nazionali e locali per contribuire “a promuovere strategie di turismo sostenibile, responsabile, attivo ed ambientale nei loro territori di competenza, incentivando le reti virtuose esistenti e costituende, favorendo percorsi di formazione”. Sono questi i punti chiave del “Protocollo d’Intesa per la collaborazione sulla creazione, diffusione e promozione della pratica del turismo sostenibile e del turismo attivo in Abruzzo” firmato questa mattina a Vasto da Legambiente e dalla Regione Abruzzo, in occasione dell’arrivo in Abruzzo della Goletta Verde nell’ambito dell’annuale circumnavigazione della Penisola per monitorare le qualità delle acque marine, ma anche per denunciare le illegalità ambientali, l’inquinamento, la scarsa e inefficiente depurazione dei reflui, le speculazioni edilizie e la cattiva gestione delle coste italiane.

Per la Regione Abruzzo era presente il vice presidente della Giunta regionale Giovanni Lolli: “La firma di questo protocollo – ha detto – corrisponde a una scelta strategica per la nostra regione, utile ad intercettare questa nuova domanda di turismo sostenibile, lento ed esperienziale”. Il documento sottoscritto si inserisce all’interno del quadro nazionale “per la valorizzazione delle buone pratiche italiane di turismo sostenibile e turismo ambientale”, prodotto da Legambiente e Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, di cui ne rafforza e valorizza gli obiettivi e le finalità e che fa dell’Abruzzo la regione pilota. L’iniziativa, inoltre, inserisce l’Abruzzo dentro la rete “Adventure Travel Trade Association” che serve oltre mille membri in più di cento paesi in tutto il mondo, con un interesse specifico per lo sviluppo sostenibile del turismo avventura e attivo. “Puntare sul turismo attivo sostenibile è la sfida che oggi raccogliamo e che a nostro avviso è l’unica percorribile all’interno della regione verde d’Europa – da affermato Giuseppe Di Marco, presidente dei Legambiente Abruzzo – per un turismo capace di coniugare la crescita economica con la conservazione dell’ambiente e dell’identità locale, integrato e diversificato, fatto di un’offerta turistica in cui le risorse locali, il patrimonio architettonico, culturale e ambientale, le tradizioni, la gastronomia, vengono a svilupparsi in rete, generando economie circolari, garantendo nuovi posti di lavoro”. Antonio Nicoletti, responsabile Aree Protette e Biodiversità di Legambiente, trovandosi a poche centinaia di metri della Riserva di Punta Aderci ha infine affermato: “Le aree protette possono svolgere un ruolo fondamentale per promuovere il turismo sostenibile e attivo. Questo Protocollo vuole spingere a ragionare e a mettere in campo politiche che si integrino con il territorio circostante, ponendo quindi al centro dell’attenzione e della politica i territori, i propri sistemi e comprensori turistici. Vogliamo promuovere tra i sindaci, gli amministratori locali e regionali una gestione integrata del patrimonio naturalistico, tutelando e valorizzando il territorio di quella parte dell’Abruzzo che mira al riscatto e alla tutela e promozione delle proprie bellezze naturali e paesaggistiche”.

“Il protocollo siglato oggi – ha concluso il sindaco di Vasto,  Francesco Menna – dà inizio a un percorso importante per l’Abruzzo, per Vasto, per la comunità e la famiglia abruzzese, nel rispetto dell’ambiente, della qualità dell’aria, del territorio, del mare e nel rispetto della Via Verde, del Parco della Costa Teatina, delle riserve, dei parchi abruzzesi, nel rispetto di quella grande anima turistica, culturale, gastronomica, di quel grande fattore in più che abbiamo con le cantine, con l’olio, col pomodoro, col pescato fresco, con gli allevamenti. Insomma, l’Abruzzo bello che ci piace e che vogliamo difendere”.

URL breve: http://piazzadelvasto.it/?p=68504

Scritto da il lug 29 2017. Registrato sotto REGIONE. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati

300x250 ad code [Inner pages]

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google
120x600 ad code [Inner pages]
Eikon