Spiaggiamento cetacei, Vasto ricorda i sette capodogli di Punta Penna

set 11 2017

La mattina del 12 settembre di tre anni fa sette capodogli si arenarono sulla spiagga di Punta Penna, nella Riserva di Punta Aderci a Vasto. Questa mattina presso la sala consiliare del Comune di Vasto, l’Amministrazione comunale ha promosso un incontro per analizzare il fenomeno e i dati dei ritrovamenti di cetacei sulla costa vastese. Vincenzo Olivieri del Centro Studi Cetacei ha evidenziato come le principali cause di spiaggiamento, nell’ordine del 90 per cento per la statica abruzzese “sono soprattuto identificabili nella pesca a strascico, ma anche nella piccola pesca che costituiscono. Non sono da tralasciare gli impatti con i natanti e parallelamente c’è il problema dei rifiuti plastici in mare. Sono davvero tante le tartarughe che sono vittime di impigliamento a plastica, causa che le porta all’annegamento o in cui siamo dovuti intervenire come Centro recupero di Pescara”. A dare i numeri dei recuperi per spiaggiamento sulla costa vastese è stato Giuseppe Torzi, direttore del dipartimento prevenzione della Asl 02 Abruzzo: nel 2017 sono 21 le tartarughe e 2 delfini spiaggiati, lo scorso anno 10 tartarughe e 2 delfini, nel 2015 35 tartarughe e 5 delfini, nel 2014 12 tartarughe e 6 delfini. “Quest’anno – ha detto a commento di queste cifre – c’è stato  un piccolo aumento, ma non ci sono campanelli d’allarme”.convegno_vasto_spaiggiamento

“Il 12 settembre per Vasto è una data – ha detto Paola Cianci assessore comunale alle Politiche Ambientali – destinata a restare impressa nella memoria della nostra città che si è contraddistinta per lo spirito di collaborazione manifestato dalle istituzioni, dai tanti cittadini e cittadine che con il loro intervento e spirito di solidarietà hanno consentito di limitare gli effetti negativi di un evento tragico dal risultato straordinario senza precedenti. Ben 4 capodogli spiaggiati su sette sono stati salvati e riportati in mare”. Alessia Felizzi, responsabile della Cooperativa Cogecstre si è soffermato sul problema rifiuti nella Riserva Naturale di Punta Aderci:”E’ una delle problematiche che affrontiamo quotidianamente e per questo oggi abbiamo fatto vedere una serie di immagini di quello che il mare ci restituisce nella Riserva. Abbiamo invitato la Cooperativa Matrix ed i loro ragazziperché ci danno una grossa mano nella raccolta manuale dei rifiuti spiaggiati”. Tante criticità ma anche notizie positive vengono dal biologo marino Dario D’Onofrio: “La Costa dei Trabocchi è popolata da una moltitudine di organismi con una diversità a dir poco incredibile. Ho trovato un numero elevatissimo di spugne e anche di coralli, oltre ad un’alga rossa che si temeva fosse andata persa”.

URL breve: http://piazzadelvasto.it/?p=69241

Scritto da il set 11 2017. Registrato sotto VASTO. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati

300x250 ad code [Inner pages]

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google
120x600 ad code [Inner pages]
Eikon
Online Drugstore,buy Promethazine,Free shipping,cheap bentyl,Discount 10%